Agopuntura nei cani

L’AGOPUNTURA, a differenza dell’Omeopatia, è in primo luogo, una medicina preventiva, si può effettuare anche senza una patologia reale in atto. Purtroppo ci si rivolge sempre a chiedere un miracolo quando l’animale ha già subito anni e anni di terapie tradizionali e la sua energia si è molto indebolita. In questi casi i risultati sono parziali, anche se spesso vanno oltre le aspettative sia del proprietario e anche dell’agopuntore stesso.

Il cane si presta molto bene al trattamento con l’agopuntura, lo accetta tranquillamente e la vicinanza del proprietario lo tranquillizza al punto di addormentarsi rilassato.
La visita consiste nel raccogliere la storia del cane e l’insorgenza della patologia per quale è venuto a curarsi. Si sentono i polsi e si guarda la lingua.
Si danno indicazioni sull’alimentazione in base alla legge dei 5 movimenti e se necessario, si prescrivono fitoterapici cinesi per ristabilire l’equilibrio perduto.

Le malattie che si possono curare con l’Agopuntura sono:

Malattie osteo articolari, artrosi, artriti, paralisi degli arti posteriori
Problemi comportamentali
Malattie neurologiche
Infertilità
Malattie gastro enteriche
Malattie della pelle
Malattie cardio respiratorie

Le sedute di agopuntura durano di solito dai 20 ai 60 minuti, a seconda dei casi. Non ci sono protocolli fissi, dipende sempre dalla reazione dell’animale volta per volta. Anche il numero dei trattamenti è variabile: in genere all’inizio si procede con due trattamenti a settimana per i casi acuti ne bastano anche quattro cinque, diverso è l’approccio con i casi cronici, che dipendono dall’età da quanto tempo l’animale è ammalato e dal livello della sua energia vitale.