Poliuria e polidipsia nel cavallo. Un caso di Natrum muriaticum

CASO DI NATRUM MURIATICUM

IL CAVALLO DI NOME CM TEXAS

 

Texas è un cavallo di razza Appaloosa mono colore, di 4 anni,  tranquillo che ha una padrona che lo tratta duramente, gli chiede molto durante il lavoro e non gli fa mai una coccola.

Mi racconta di lui a una normale visita di controllo, che l’hanno dovuto castrare perché ipersessuale, si montava tutto ciò che vedeva. In base a questo sintomo e al trattamento duro che riceve dal proprietario gli prescrivo STAPHISAGRIA.

Dopo un mese sviluppa una sindrome che gli americani chiamano Psycogenic poliurya and polidipsya. Beve in continuazione, urina tantissimo, lecca i muri, e finisce in 2 giorni il rotolo del sale ( che di solito si mette ai cavalli per reintegrare i Sali persi con la sudorazione)

Il suo box è un lago, lui è dimagrito, emaciato, sembra vecchio,e conserva una fame vorace.

Questa sindrome si sviluppa nei cavalli sotto stress emotivo e lui reagisce con una tristezza silenziosa silent grief, sta in un angolo del box  e non cerca contatti con l’esterno.

Gli somministro NATRUM MURIATICUM alla 200 ch ripetuto per una settimana.

I sintomi si affievoliscono, ma non scompaiono.

Passo allora a una 1000 ch in dose unica. Dopo qualche giorno la sindrome scompare, lui inizia a ingrassare ed è più vitale. Sul lavoro è più concentrato e ha tirato fuori un po’ di carattere nel senso che prova a ribellarsi e in virtù di questo la proprietaria lo rispetta di più.