Omeopatia nei polli e nelle galline

oche fango 003IMG00142-20120218-1512L’OMEOPATIA NEI POLLI

I polli e le galline, specie ruspanti rispondono molto bene ai trattamenti omeopatici. L’allevamento intensivo predispone all’insorgenza di malattie infettive e parassitarie che sarebbero semplici da curare, ma che avendo a disposizione un grande numero di animali stressati dalla convivenza forzata e da ambienti piccoli e poco stimolanti, diventano molto aggressive e mortali.
I polli bevono un grande quantità di acqua e dunque possono assumere il medicinale omeopatico in continuazione.
Tutti gli animali hanno necessità di esprimere il loro comportamento naturale: i polli hanno bisogno di movimento, di razzolare, di farsi bagni di sabbia o di terra per difendersi dai parassiti e di spiegare le ali. Sono molto utili per arieggiare il terreno negli uliveti o sotto gli alberi da frutta, mangiano parassiti ed erbacce. E non è vero che sono stupidi, anzi se presi da piccoli riconoscono la voce del proprietario e tendono a stare vicino alla sua abitazione. Le chiocce sono delle madri straordinarie ed è impressionante come i pulcini imparino immediatamente dalla madre come beccare e come dormire sotto le ali protettrici.

Cosa può essere CURATO CON L’OMEOPATIA

Rachitismo
Corizza raffreddore
Guscio fragile nelle ovaiole
Stress da trasporto
Diarrea di origine batterica e virale
Prevenzione per la coccidiosi