Guendalina Wendy

Guendalina Wendy

Buongiorno Carla,

Stanotte verso le tre, Guendalina ci ha lasciati. Non ce la faceva più’.
Siamo molto tristi ma consapevoli che la piccola ha fatto una lunga e bellla vita fin tanto che le e’ stato possibile.
Vorrei ringraziarla tanto, per tutto quel che Lei ha fatto per Wendy, consentendole di passare quest’ultimo anno con dignità e molto spesso con ritrovata allegria.
Il suo coraggio nel curarla le e’ stato di grande aiuto, anche a me, e io sono contenta che ci siamo incontrate.
Grazie ancora, con affetto.
A presto.

La dolcissima Wendy

La dolcissima Wendy

Gattuzzo

Gattuzzo

Buongiorno Dottoressa,

Le scrivo per ringraziarla. Ha avuto con me molta pazienza, mi ha capita e guidata in un momento a me sconosciuto e molto doloroso. La perdita di Gattuzzo ci fa molto soffrire era per noi un caro amico, un componente della famiglia. Una presenza discreta, che ci faceva compagnia e dava affetto. Siamo tutti lacrime e addolorati, C’è di conforto la consapevolezza di non aver lasciato nulla di intentato per quelle che sono le nostre possibilità e conoscenze.
La ringrazio veramente tanto anche per avermi indirizzata dal Dott. Vertucci che finalmente ci ha aperto gli occhi sullo stato di salute di Gattuzzo e ha dato una spiegazione plausibile alle nostre domande.

Ho iniziato domenica a scrivere questa mail, l’ho portata avanti in più riprese nell’indecisione di inviarla, questa mattina ho ricevuto la sua graditissima mail e sono a dirle che a mio parere lei ha fatto tutto ciò che era in suo potere visto come si presentava il caso in quel momento. Purtroppo Gattuzzo era già molto debilitato; se proprio c’è qualcuno che dovrebbe fare un serio esame di coscienza non è lei, ma tutti gli altri medici veterinari che prima di lei lo hanno visitato e lo hanno sottoposto ad accertamenti veramente inutili, visto che poi non li sanno “leggere”.
La ringrazio ancora per il suo interessamento, ritengo che non sia facile, di questi tempi, trovare bravi medici io sono stata fortunata a trovarne due veramente in gamba, ahimè troppo tardi. Ringrazi da parte mia il Dott. Vertucci e se lo ritiene opportuno gli porti copia di questa mail.

Chissà se mai riprenderò un altro micio … ma se così fosse certamente avrò delle persone competenti su cui fare affidamento.

Grazie ancora di tutto Ivana Lombi

P.S. mi spiace come al solito sono stata lunghissima

My beautiful picture

Disponibilità

Disponibilità

Gentile dottoressa,
mi lasci innanzitutto dire che persone così disponibili come lei, oggi, se ne incontrano poche, quindi la ringrazio immensamente.
Tra le 2 alternative che mi propone io preferisco la seconda perchè se devo affidarmi all’omeopatia preferisco farlo con una persona davvero competente.
Mi faccia sapere quando e dove poterla contattare e, allo stesso tempo mi comunichi anche il suo tariffario per così dire “telefonico”. L’ alternativa del suo collega la lascerei come seconda possibilità. Mi faccia anche capire di quali dati ha bisogno per poter valutare clinicamente il cane. Tenga conto che il 22 giugno ripeterò le analisi ematiche. Resto in attesa di una sua risposta. La ringrazio nuovamente e la saluto, Eleonora.

My beautiful picture

Testimonianza di Deny B

Testimonianza di Deny B

Ciò che mi ha sorpreso tante volte nel vedere all’opera la dott.ssa Carla De Benedictis è un insieme di sensazioni: l’amore con cui si avvicina a creature indifese e ammalate, e la delicatezza delle sue mani mentre con sicurezza e professionalità somministra i farmaci dopo un’immediata diagnosi. Mentre lavora guarda negli occhi i suoi pazienti quasi a leggere dentro le sensazioni che provano, la sofferenza, la paura, l’insicurezza, il dolore. Questo mi ha colpito: la sua capacità di entrare in relazione profonda con l’animale che le sta di fronte. L’ho vista curare una gallina quasi decapitata dalle beccate di un’oca, con tale attenzione a ciò che l’animale poteva percepire, che mi ha scioccata. Mentre operava, le parlava, sussurrando la rassicurava, l’accarezzava con amore. Era una gallina che la dottoressa aveva salvato dalle gabbie e quando la portò a casa assieme ad altri 2 esemplari, ciò che vidi erano tre creaturelle immobili, quasi paralizzate; le loro zampette erano atrofizzate dall’immobilismo di gabbie strettissime. Non riconoscevano poco più in là la ciotola dell’acqua, né quella del mangime. Se penso che milioni di animali vengono torturati per fornire cibo, beh! Mi viene voglia di non mangiare più né carne, né uova!
IMG00144-20120218-1512
Una volta soccorse un asinello che improvvisamente si sentì male e che trovò agonizzante. Mi raccontava del dolore che c’era nel raglio straziante della madre mentre portavano via il suo cucciolo.
La sua sensibilità e l’attenzione che mette nell’osservazione del comportamento animale sono sorprendenti. Il suo grande giardino è pieno di animali che cura e osserva con rara attenzione.
E’ veramente un dono aver conosciuto una veterinaria così speciale come la dott.ssa Carla De Benedictis. So che a volte non è compreso il suo modo di operare. Non mi sorprende ciò! Ci vuole coraggio e una profonda umiltà nella capacità di autoanalisi, una sensibilità spiccata per scavare di continuo nel proprio cuore e nella propria anima per vedere e apprezzare e comprendere la bellezza del creato in tutte le sue forme e a difenderlo e ad amarlo come sé stessi!
Deny B.
My beautiful picture