Il rimedio omeopatico “Graphites”

Il rimedio omeopatico “Graphites”

GRAPHITES
Il rimedio dell’ipofunzione 

La grafite, graphites in omeopatia, è un minerale che rappresenta l’ultimo prodotto del processo della formazione dei carboni fossili. E’ un rimedio omeopatico importantissimo nei problemi di pelle.

Si presenta di colore nero o grigio scuro, untuoso, sporca facilmente le mani.
Giacimenti di grafite si trovano in Boemia, Baviera e Sri Lanka, in Madagascar e India, in Russia, dove sono famosi i giacimenti di Irkutsk usati dalla fabbrica di matite di marca Faber. In Italia, la si trova in Piemonte e in Calabria. Il nome deriva dal greco grapheinscri – vere. Si utilizza per lubrificanti, nella industria elettrica, come antiruggine, negli impianti di raffreddamento delle centrali nucleari, nella industria siderurgica. La grafite offre interessanti prospettive di uso come superconduttore e componente di parti elettroniche come ipotetico sostituto del silicio (altro minerale usato in omeopatia).

Uso Omeopatico
Fu il Dr Samuel Hahnemann in persona a sperimentare la grafite.
L’animale che ha bisogno di graphites è uno che ha bisogno di una famiglia e una casa, e una volta trovata, specialmente in soggetti che provengono dai canili, non sono disposti ad ulteriori cambiamenti. Non è un animale curioso, che si butta in avventure, anzi fa poche amicizie e gli piace stare da solo.
Il rimedio è adatto quando il metabolismo è incline alla ipofunzione, al rallentamento; in genere sono sovrappeso anche per la loro pigrizia. Le passeggiate non gli piacciono molto, fa i bisogni e poi vuole tornare a casa.
Sono soggetti molto freddolosi che tollerano male anche il caldo, tendenti a uno stato abulico, debole, con propensione alla timidezza e alla indecisione, con poca forza di volontà.
Hanno struttura corporea costituita da grossa ossatura, poco tessuto muscolare e abbondante tessuto adiposo. Ipotiroidei, anemici, la pelle si presenta rugosa con facilità alle eruzioni, e le secrezioni sono gialle e dense. I calori sono assenti o ritardati; l’apparato digerente presenta difficoltà di digestione,perché sono voraci, ma digeriscono lentamente, hanno tendenza alla stipsi e al meteorismo intestinale.  I carboidrati sono mal tollerati poiché aumentano tale condizione.
Aggravamento con il calore e con il freddo.
Miglioramento con piccoli pasti.